La Gerarchia dell’Ordine  croce 80x100

La Gerarchia dell’Ordine  croce 80x100

GRAN MAESTRO Sua Beatitudine Yousseff I Absi

Patriarca di Antiochia e di tutto l’Oriente, di Alessandria e di Gerusalemme

 

 

                Patriarca-Yousseff-sul-trono-al-CairoSTEMMA-2-YOUSSEFF

 

Yusseph (Giuseppe) è il nuovo Patriarca della Chiesa Greco Cattolica Melkita nel mondo

L’Oriente il Mondo in particolare Il Libano ha assistito all’elezione del ventiduesimo Patriarca della Chiesa Cattolica Greco-Melkita, Yusseph (Giuseppe) Absy vicario patriarcale della Siria. Quest’elezione si è svolta durante il Sinodo (19-21 giugno 2017) con tutti i vescovi del mondo della Chiesa Greco Cattolica Melkita e si svolta ad Ain Traz, a sud-ovest di Beirut (Libano), con l’assenza di quattro vescovi emeriti a causa della loro salute precaria. Il Sinodo si è riunito dopo che sua Santità Papa Francesco ha comunicato di aver accettato la rinuncia all'incarico patriarcale da parte di Gregorio III Laham il 6 maggio 2017.

Le riunioni della prima giornata sono state scandite dalle riflessioni spirituali tenute da Joseph Kallas, Arcivescovo greco-melchita emerito di Beirut e Jbeil. Il nuovo Patriarca è stato eletto con la maggioranza assoluta dei partecipanti al Sinodo.

Il nuovo Patriarca Melkita, Jusseph, appartiene alla Congregazione Paulista, ed è di origine siriano e ha anche la cittadinanza libanese. Absy è nato il 20/6/1946 a Damasco – Siria. È stato ordinato sacerdote il 6/5/1973 dalle mani del Patriarca Massimo VI; ed eletto superiore generale della sua Congregazione il 13/7/1999 e poi  vescovo nella curia Patriarcale come vicario patriarcale e metropolita onorario di Tarsus nel sinodo il 22/6/2001. La sua ordinazione episcopale è avvenuta, a Harissa – Libano il 2/9/2001, dal Patriarca Gregorio III. Ultimamente è stato nominato  vicario patriarcale in Siria il 13/10/2006.

Così la Chiesa Melchita ha  il suo ventiduesimo Patriarca come Padre di tutti i Melchiti nel mondo. Preghiamo per lui e per il suo mandato chiedendo l’intercessione della Madonna del Perpetuo Soccorso e di tutti i santi e martiri di Dio. 

 

Spiegazione dei simboli dello stemma del  Patriarca YOUSSEFF I ABSI

1-Frame

Il riquadro esterno è composto da:
1-1 Corona: simboleggia la testa della Chiesa locale. La sua corona ha una croce e le sue icone rappresentano i quattro evangelici, i pilastri della Chiesa, e la tradizione russa rappresenta le icone di Gesù e la madre di Dio e altri santi.
1-2 il: simbolo del potere. E ' una giacca lunga e spaziosa che il vescovo indossa il bastone e la croce quando entra in chiesa.
1-3 bastone: è un bastone. Indica il potere ạlrʿạ. Nella sua testa ci sono due balene incinta che hanno la croce. Le balene sono il simbolo dell'ingegno e della saggezza che il vescovo ha con un particolare tipo di vita, e il serpente che l'ha portata via da Mosè, per eliminare i serpenti di tutti coloro che
1-4 Croce: albero della salvezza, simboleggia qui i seguaci di Gesù.

2-lo scudo.
2-1 chiave e la spada: in base a San Pietro la roccia della Chiesa e il fondatore della sedia di Antiochia, a San Paolo, il segno della sua pubblicazione in una parola, e la parola giusta.
2-2 porte sacchi: una delle porte di Damasco. E ' la porta di cui san Paolo è fuggito dall'oppressione, un simbolo di diffusione cristiana a Damasco da quando è cresciuta. Damasco è la città in cui la sedia di Antiochia, dal ° secolo, dopo la distruzione della città di Antiochia.
2-3 Gigli: simboleggia la purezza e legata al santo patrono di il.

3-il logo di servizio ạlbṭryrkyẗ: "Esprimere il diritto di amare"
Il messaggio dal messaggio di San Paolo agli gente (4, 15) conferma la sua prima dichiarazione di, perché è il modo di formare il corpo di Cristo con la costante e per l'amore che non cade mai. La lingua in greco è la lingua scritta da San Paolo. La meta ' del logo dell'ancora, che indica la costante stabilita ' cristiana. E ' un antico simbolo cristiano.

I il blu e rossi hanno un riferimento a una donna vergine, che si è al in un simbolo di, un simbolo della sua natura e della natura divina che ha concepito. Il colore dorato fornire verso la luce che dimenticato dal sole di Gesù Cristo.

 

Gran Priore Rev.mo YASER AL-AYYASH

Gran Priore dell'Ordine. Arcivescovo e Vicario Patriarcale di Gerusalemme

 

 

- Arcivescovo emerito dell'Archeparchia greco-melchita cattolica di Petra e Philadelphia.

- Nato a Shatana, Irbid (Giordania), 4 dicembre 1955

- Ordinato sacerdote il 12 luglio 1987 ad Amman

- Nominato Arcivescovo di Petra e Filadelfia e Giordania, 26 giugno 2007

- Vescovo ordinato ad Amman il 13 ottobre 2007

Archimandrita MTANIOS HADDAD

Ipocrisario patriarcale in Santa Sede. Rettore Basilica Santa Maria in Cosmedin - Roma

 

  

- appartiene all'Ordine Basiliano Salvatoriano

- è stato Rettore del Seminario Maggiore di Beit Sahour

- per dieci anni rappresentante del suo Ordine a Roma

- dal 2001 al 2006 Vicario Patriarcale a Gerusalemme

- dal 2007 è Rettore della Basilica di Santa Maria in Cosmedin in Roma e “apocrisaire patriarcal” presso la Santa Sede.

- dal dicembre 2010 è Gran Priore aggiunto dell'Ordine Patriarcale della Santa Croce di Gerusalemme

LUOGOTENENTE Sua Eccellenza Commendator Giuseppe Baggi

Luogotenenza per l’Italia, San Marino e Canton Ticino

 

 

- nato a S.Colombano al Lambro (Mi)

- Laureato in Ingegneria Elettrotecnica alla Università degli studi di Pavia. Sposato con prole.

- Esperienza nella azienda di famiglia settore imballaggi

- Nel 1976 entra nel settore commeciale nella Bobst Italiana S.p.A, importante gruppo multinazionale svizzero.

- Nel 1992 Amministratore Delegato portando la Società a divenire leader incontrastato nel mercato nazionale,  l'Italia secondo mercato nell'ambito del proprio gruppo dietro gli USA.

- Nel 2008 è nominato vicepresidente della Bobst Group Italia S.p.A..

- Nel 2001  viene eletto Presidente dell'ARGI , Associazione Rappresentanti Ufficiali per l'Italia di macchine per il settore grafico,cartotecnico e cartario, carica che ricopre per due mandati.

- E' uno dei fondatori del "Lions Club Colli di S.Colombano" nel 1976 ed ha ricoperto fra l'altro la carica di Presidente.

- Nel 2006 è fra i fondatori del "Museo della stampa e stampa d'arte"di Lodi  e tutt'ora ne è il Vicepresidente.

- E' presidente del Registro Aurelia nel campo delle auto storiche.

- Nel 2008 è stato insignito della "Stella al Merito del lavoro".

- Il 12 giugno 2012 è nominato da Sua Beatitudine Gregorio III Laham Luogotenente, per l'Italia, dell'Ordine Patriarcale della Santa Croce di Gerusalemme.

 

Delegazioni

DELEGAZIONE SARDA

Capo Delegazione

Comm. Salvatore Sotgiu

 

GRUPPO LAUDENSE

Responsabile Gruppo

Cav. Enrico Rossetti

 

GRUPPO EMILIANO

Responsabile Gruppo

Comm. Enrico Benzi